Laboratorio artistico espressivo

A conclusione della Settimana dedicata alla Memoria, oltre alle tante attività svolte tra cui un Cineforum che ha visto coinvolte tutte le classi dell’Istituto, è stato attivato un Laboratorio artistico espressivo dalla docente di Arte e Immagine professoressa Carla Di Pardo.

I film scelti per affrontare sia la tematica della Shoah che temi affini ed attuali sono stati scelti dal professore di Religione Renato Matteo Imbriani. Partendo dal film WOMAN IN GOLD, che vede protagonista il famoso e conteso quadro di Gustav Klimt, da cui prende il nome, è stato attivato il laboratorio artistico espressivo consistente nella ricerca e rielaborazione di immagini. Interventi pittorici e texture sono stati utilizzati per realizzare nuove immagini tratte da pagine di riviste di moda destinate al macero.

I ragazzi delle classi terze si sono approcciati in modo divertente a problematiche quali lo studio e l’approccio di argomenti complessi, quali la conoscenza di un grande artista come Gustav Klimt. L’Arte Bizantina, la bidimensionalità e la tridimensionalità.

Sperimentare giocando con l’Arte.